martedì 19 aprile 2011

Evento - Torneo di Pasqua

T R I O N F O , unica parola che sintetizza quanto è accaduto nel magico pomeriggio di San Desiderio. I ragazzi di Torriglia al rientro in competizioni ufficiali dopo svariati anni, hanno strappato un esaltante vittoria nel prestigioso torneo di Pasqua, evento che ha messo a dura prova non solo i tacchetti ma soprattutto i polmoni dei ragazzi gialloblù. Tre incontri ravvicinati di 40’ ciascuno che hanno messo alla frusta i nostri ragazzi. Vittoria ottenuta grazie al sacrificio ma anche a una nuova filosofia di gioco definiamola “gasperiniana”. Ecco infatti che un attaccante puro come Schenone (al rientro dopo 4 mesi di inattività) si metta a fare il terzino spingendo e coprendo; che un uomo di fascia come Rognoni tiri fuori tutta la sua classe per rintuzzare di fioretto le sciabolate di attaccanti molto più fisici di lui. Risultato questo della nuova strategia promulgata da Filippo Schenone. La prima “esse” dopo questa prova di regia sembra infatti essere ormai in predicato di abbandonare il ruolo di DS per assumere quello di nuovo Allenatore della compagine di Via della Provvidenza. Da ricordare Ghersi in campo con le infiltrazioni per lenire il dolore ad una coscia acciaccata. Ma soprattutto  bisogna evidenziare i  nuovi innesti Mazzotti Mirandi Olivieri e Lucchesi che, in barba a prime donne svogliate, buttano il cuore oltre l’ostacolo. Questo Spartak è stato un perfetto mix di esperienza e gioventù, di fine palleggio e maschi contrasti, di fulminee ripartenze e rapide conclusioni  


SPARTAK TORRIGLIA  VS PARROCCHIA XMC
Si parte contro i favoriti del torneo (se non altro per lo status anagrafico), la Parrocchia XMC. Con Cianetti promosso Capitano, i gialloblù (nell’ormai maglietta azzurra portafortuna, scelta a furor di popolo come seconda maglia) partono con il solo obiettivo di evitare il cucchiaio di legno, arrugginiti ed un pò intimiditi. Due banali ingenuità portano al doppio svantaggio.  Proprio in questa fase più delicata lo Spartak tira fuori il proprio orgoglio e la propria classe accorciando a fine primo tempo le distanze con un missile di Cianetti nell'angolino. Nel secondo tempo i gialloblù prendono coraggio e guadagnano centimetri in mediana ottenendo a metà del secondo tempo il meritato pareggio con Lucchesi. La partita si trascina fino al fischio finale con le due squadre che mostrano più paura di perdere che voglia di vincere. Triplice fischio e calci di rigore. Perfetto il trittico gialloblù (Mazzotti Ghersi Schenone); errore per il portiere avversario e primi 2 punti

SPARTAK TORRIGLIA VS VECCHIE GLORIE BOGLIASCO 99 00
Il secondo incontro è stato sicuramente il più combattuto, con gli avversari -Le Vecchie Glorie Bogliasco 99 00 – più fisici e smaliziati; terreno questo perfetto per un incontrista come St Paul Cianetti che si esalta a strappare palloni a centrocampo come lo Juric dei tempi d’oro. Splendido Rognoni come centrale difensivo alla Nesta. Partenza sul velluto con un break nei primi 5 minuti e immediato 2-0 (Lucchesi Schenone). Unico errore dei torrigliesi a questo punto è stato quello di cadere nella trappola delle provocazioni avversarie. I gialloblù hanno dunque un calo di concentrazione. Due distrazioni e la partita si riapre. Ancora i gialloblù in vantaggio su punizione chirurgica di Schenone ed un gol nel finale (dovuto per lo più all’acido lattico ormai persistente) che porta al 3 a 3 finale ed alla seconda lotteria dei rigori consecutiva. Ennesima striscia perfetta dei tre rigoristi ufficiali e miracolo del portiere Olivieri, - sicuramente miglior estremo difensore del torneo – ed ecco servita la seconda vittoria ai rigori ed i secondi due punti

SPARTAK TORRIGLIA VS AMICI TRATTORIA COLOMBO
Lo Spartak affronta il terzo incontro con “Gli amici Trattoria Colombo” con la coscenza che una vittoria potrebbe portare al trionfo finale. Difficoltà principale, oltre agli avversari, è la stanchezza ormai palese. Proprio a questo punto lo Spartak pesca il Jolly. Ecco dunque Gianluigi Mirandi, già positivo fino a quel momento, calare solo nel primo tempo un poker che annichilisce gli avversari. Le notizie che provengono dagli altri campi parlano delle vecchie glorie in difficoltà con gli XMC…. L’obiettivo nel secondo tempo rimane dunque quello di tenere la differenza reti e non cedere alla stanchezza ormai insopportabile. E sono proprio le giovani leve come Mazzotti a prendere per mano i compagni andando ad arrotondare il risultato… 7 a 3 …..ed il trionfo!!!!... Spartak Campione!!!!  stringiamoci forte e vogliamoci tanto bene!


PAGELLE

Olivieri 7,5. Miglior numero uno del torneo, da sicurezza – buffon
Rognoni 8. E chi se lo aspettava che questo cursore di fascia fosse anche un centrale coi fiocchi – tecnico
Cianetti 8. quando lo si vede giocare sembra essere tornati nel 1994 – dorian gray
Schenone 7,5 stratega e leader del gruppo – Beckenbauer!
Mazzotti 7 Polmoni e fisico – Kucka
Ghersi 6,5 eroico perche scende in campo con le infiltrazioni. Solo ordinaria amministrazione – Milanetto quando è rotto
Lucchesi 7,5 da velocità e profondità all’attacco e segna nei momenti difficili. – Sculli
Mirandi 8,5 esce alla distanza e porta a casa la coppa. sorpresa di giornata -  Seedorf  


Su SPARTAK CHANNEL le interviste e le azioni
Sulla GALLERY le foto ( anche sulla pagina facebook)
Sulle ROSE i nuovi acquisti Lucchesi Mirandi Olivieri e Mazzotti
Sulla STAGIONE 2011 i tabellini
Sulla SOCIETA' la nuova seconda maglia

2 commenti:

Matteo ha detto...

Magnifico articolo, degno della prestigiosa vittoria ottenuta. Peccato solo che il video dell'azione sia in slow-motion mentre invece la nostra manovra sia sempre stata velocissima...ahahahhaha
ciaoooo, Big

Anonimo ha detto...

Gian Luigi:

Innanzitutto volevo ringraziare tutti per la domenica calcistica e Gianpy per la solerzia nel riportare il tutto sul sito.

Poi volevo portare all’attenzione di tutti, anche di chi non era presente al campo, alcuni momenti “magici” nonché irripetibili della giornata:

1) …quando ST. Paul Cianetti nella seconda partita, contro le Vecchie glorie, si "prendeva" facendo innervosire il numero 9 degli avversari, fatto sta che così irritato ed incazzato è riuscito a farci due pere!

2) …quando il sottoscritto notava sulle calze il sangue di uno/ o più avversario/i che no aveva “neanche sfiorato” in partita!

3) …quando all’inizio della prima partita Filippo e Matteo dovevano ancora arrivare, Gianpy giocava con infiltrazione, Paolo soffriva di dolori allo stomaca il sottoscritto diceva “chi me la fatta fare!” e Stefano pensava di andarsene!!!!!

4) …quando nella terza partita (dopo che nella seconda avevo provato l’emozione di rompere più avversari fisicamente) distruggevo psicologicamente il portiere facendogli i gollonzi del torneo; l’uno a zero su tutti: dalla distanza di 1 metro dalla linea di porta colpivo la palla con un effetto a voragine che colpiva il palo distante e la palla rimbalzava sulla testa del portiere a terra sull’altro palo e si depositava in rete dopo la bellezza di 3 minuti e 40 secondi con la velocità di 0,03 km/h. Indiscrezioni riportano che il portiere sia attualmente rinchiuso in un ricovero/monastero buddista a ricercare “Se Stesso” passando il tempo a cucire i palloni per i mondiali del 2014!



Ciao Gian.



P.S.: Per l’angolo dello sbruffone vi riporto la mia frase a fine torneo: “ … Vi dirò….. non sono neanche poi troppo stanco!”

P.P.S.: dopo essermi allontanato dal campo in auto ed aver parcheggiato la macchina sotto casa ho passato i due giorni successivi in auto dato che non riuscivo ad alzarmi dal sedile!!!!!!